Civitacampomarano (CB)

castello-di-civitacampomarano10La prima volta che sono andato a Civitacampomarano mi sono perso nei boschi innevati e solo il provvidenziale intervento di alcuni amministratori mi hanno riportato sulla giusta via. Per arrivarci quindi è un po difficile ma vale la pena. Il borgo antico è un po malmesso ma di grande bellezza. Sul borgo fa la guardia l’imponente castello angioino, ben tenuto. Ho dormito dentro il borgo e l’unico rumore che percepivo era il mio respiro e qualche tenua voce di tanto in tanto. Ho mangiato piatti tipici semplici ma di qualità. Ho scoperto che il paese ha dato i natali a due personaggi importanti: il giurista, economista e scrittore Vincenzo Cuoco e al militare Gabriele Pepe. Dove ho trovato il genius loci? nel castello? forse, nel borgo? forse, Nelle camere dove ho dormito? forse o nella chiesa e nel suo terrazzo sospeso nel vuoto? Insomma vi è l’imbarazzo della scelta.

Il paese fa parte della rete Borghi Autentici d’Italia

About the author / hombres

Enzo D'Urbano, sociologo, insegnante di economia turistica, direttivo BAI con delega alla comunicazione, operatore culturale, presidente del Premio Hombres itinerante, giornalista e fotografo freelance, blogger, curioso e appassionato di comunità, luoghi e territori autentici della cosiddetta Italia minore ma che rappresenta, però, la spina dorsale identitaria del paese.

Website

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *