Il viaggio secondo Hombres: 2) Parcheggia fuori dal borgo

0
567

p1090889Per vivere una esperienza-emozione in un borgo, lascia l’auto e vai a piedi. Molti borghi hanno una urbanistica anti auto, altri no. La regola per visitare nel profondo un borgo è quella di lasciare l’auto e andare a piedi. Una volta iniziato il percorso non farsi prendere subito dalla famosa reazione, banale, superficiale, ecc. di molti e cioè “..ma qui non c’è nulla…”. Non è vero. guardare e cercare nel proprio bagaglio culturale gli indicatori per guardare, apprezzare, e assaporare. Stancarsi nei sali-scendi delle nostre fortezze medioevali. Guardare angoli e particolari che altrimenti sarebbero sfuggiti. Vedere il segno dei tempi nelle stradine e sulle mura antiche di edifici importanti ma anche di semplici case. Capire la fatica delle genti che hanno fatto nei secoli per vivere in luoghi impervi e dalla struttura fortificata. Fatica che viene fatta anche oggi, continuano a vivere la loro casa, ma anche ad impedire la morte del proprio paese e della sua identità. Nulla è più appagante che sedersi, stanco, su una panchina di una piccola piazza, intima, avvolta da piccole ed antiche case e con il silenzio, come unico rumore percettibile. Quel silenzio rotto solo solo da qualche pentola messa sul fuoco o dal richiamo di un bambino fatto dalla mamma. L’odore del sugo in cottura che si espande nell’aria da la percezione di una vita vissuta lentamente, ma vissuta certamente, seppur con il ripetersi quotidiano delle stesse cose. Alzarsi dalla panchina e continuare l’esplorazione, senza il pensiero costante e frustrante di tornare all’auto e al traffico cittadino. Fare foto, prendere appunti, accettare il saluto ed il dialogo di un signore anziano che si incrocia per la via. Collezionare tante piccole esperienze. Quelle esperienze che arricchiscono, aiutano la serenità e portano a visitare altri luoghi per nuove emozioni.

LEAVE A REPLY